Gwent Arena – Guida alla creazione del mazzo

Supramonte

Matteo Andrea Cimorosi
Community

Gwent Arena – Guida alla creazione del mazzo

GWENT ARENA – GUIDA ALLA CREAZIONE DEL MAZZO

È finalmente giunto il momento che tutti i giocatori di draft e arena aspettavano, la nuova modalità di Gwent è arrivata. Se non avete ancora familiarità con le sue meccaniche vi consiglio di andare a leggere l’articolo che la nostra Miranda ha preparato per voi.

Che la si giochi per un momento di svago dalle partite classificate, per cercare di aumentare la propria collezione o semplicemente per spingersi fuori dalla confort-zone e godersi un po’ di sano e imprevedibile divertimento, in ogni caso ci troveremo davanti al fatidico momento della scelta delle carte con cui costruire il nostro mazzo.

Attenzione: lo scopo della guida non è quello di fornire una classifica, per questo ci sono strumenti appositi che troverete citati nell’articolo, bensì di dare gli strumenti per imparare a valutare le scelte da fare.

Proprio per questo andiamo a ripassare un po’ di teoria, che sarà familiare a chi ha già letto la ormai vecchia guida al valore delle carte dorate

Riassumiamo quindi dicendo che le carte appartengo alla categoria:

FORZA INTRINSECA: esprimono sempre il loro valore, sono una scelta sicura e raccomandabile nella maggior parte dei casi, sono solitamente carte bronzo (esempi: Nilfgaardian Knight, Cyclops, Fiend, Tridam Infantry)

FORZA POTENZIALE: possono rivelarsi un’ottima scelta se il nostro avversario non ha risposte valide per affrontarle (come nel caso di Reinforced Trebuchet, Vrihedd Dragoon, False Ciri giocati a inizio round)

SINERGIA: sono tendenzialmente da evitare perché richiedono determinate combo per essere utilizzabili, tuttavia se avete già a disposizione i prerequisiti richiesti, possono essere un’ottima scelta (esempio: Isengrim Faoiltiarna se avete già un paio di carte imboscata)

MECCANICA: sono le carte fulcro dei diversi archetipi e vanno evitate (esempi: Nekker, Viper Whitcher)

CONTROLLO: interrompono o eliminano la produzione di punti delle carte con forza potenziale, impedendo di essere sopraffatti nei turni lunghi oppure puniscono avversari che hanno potenziato male o eccessivamente le proprie unità (Alzur’s Thunder e Scorch sono ottimi esempi). Vanno prese, ma senza esagerare o vi troverete senza punti sulla board.

A questo punto va sottolineato che in mancanza di quella che chiamiamo solitamente “curva di mana” per altri giochi, l’unico parametro che dovrebbe farci favorire una buona carta rispetto un’altra riguarda il bilanciamento tra giocate Attive e Reattive.

Le prime puntano a produrre punti sulla nostra board e sono importanti quando iniziamo i round per primi o vogliamo chiuderlo dopo un pass avversario. Nel round finale si dimostrano ottime in caso di svantaggio carte. Le Reattive invece ci permettono di non far scalare troppo le strategie avversarie e proteggere il nostro bottino di punti ma potrebbero non essere una win condition in diverse occasioni.

Una menzione a parte la riserviamo a climi e carry-over, entrambi non sarebbero buoni dato il loro scarso valore in termini di punteggio immediato, ma vengono in un certo senso migliorati dalla mancanza di spie e dalla scarsa consistenza dei mazzi che potrebbero non avere una risposta in merito. Sconsiglio comunque ogni forma di clima base o unità resilienti senza altri effetti (in parole povere Mahakam Defender). Un paio di carte che invece generano effetti climatici come scelta potrebbero essere un ottimo rischio da prendersi per mettere l’avversario in difficoltà, mentre la resilienza di Olgierd ad esempio, aiuta moltissimo a risparmiarsi un pass immediato dell’avversario a round due nel caso perdessimo il primo, evitando di perdere il vantaggio carte, dato che è impossibile aggirare questo ostacolo rispondendo con una spia.

Nota positiva per tutte le carte a scelta multipla o create, l’arena è il loro habitat naturale non sapendo mai contro cosa dobbiamo fare i conti, da prendere sempre a meno che non ci sia una controparte fortissima a cui dovremmo rinunciare (tipo Royal Decree)

Nota negativa per tutte le carte trio e i tutori (se non si hanno già per altri motivi carte “tutorabili”). In arena chi vive di speranza muore disperato.

Quindi a cosa dovremmo dare priorità nelle nostre scelte nel caso ce ne sia più di una buona? Considerando che andremo a vedere in ogni partita circa 18 carte su 25, vi consiglio di privilegiare inizialmente la forza potenziale e il controllo, in modo da poter impostare una produzione di punti mentre contrastiamo quella avversaria. Raggiunto un buon numero di queste carte concentriamoci invece su quelle capaci di fare immediatamente un discreto punteggio, per non rischiare di rimanere con un meccanismo ben impostato ma sotto di punti, beccandoci il pass avversario.

Per concludere facciamo qualche considerazione sulle carte più importanti in Arena:

Calveit e Brouver sono due comandanti fantastici dato il gran numero di carte Oro e Argento che troveremo in arena e offrono spesso una risposta a molti imprevisti. Filavandrel e Usurper possono essere valide alternative mentre Foltest potrebbe essere una scelta sicura in un contesto senza particolari meccaniche di produzione punti.

Shupe è sicuramente il re indiscusso di questa modalità, se non avete doppie copie prendetelo immediatamente.

Royal decree, Renew e Hanmarvyns Dream sono ottimi strumenti data la grandissima quantità di carte oro che circoleranno in partita. Prendeteli, si riveleranno utili anche se dovete rinunciare a qualcosa di forte.

Shani e Caretaker sono fortissimi quando la risposta al vostro problema aspetta nei cimiteri, è come avere una sfilza di carte argento in panchina tra cui scegliere.

Igni, Schirrù e Scorch raramente si faranno rimpiangere, se avete nel mazzo degli strumenti per livellare un po’ la forza delle unità avversarie, saranno devastanti

Seltkirk of Gulet e Muzzle sono un prendi due e paghi uno, rimozione della carta che ci infastidisce e buon quantitativo di punti in un sol colpo

Ale of the Ancestors, con una buona forza base di 10 punti, può essere contrastata solo da un clima avversario e ci permette a nostra volta di pulirne uno da cui siamo affetti. Ottima meccanica versatile con effetto snowball senza rinunciare al nostro vantaggio.

Geralt: Professional è un ottima carta aggiunta proprio per questa modalità, vale 11 punti nel peggiore dei casi ma potrebbe eliminare alcune unità molto ostiche in arena della fazione dei mostri che ci troveremo spesso a fronteggiare (Ozzrel , Ghoul e Barbegazi ). Potrebbe essere meglio una Coral per la sua versatilità ma merita una menzione perché altrimenti sembrerebbe più debole di quanto non è.

Dandelion: Poet, altra carta nuova, aggiunge 6 punti a qualsiasi giocata e ci permette di scavare nel nostro mazzo. Raccomandata quando dobbiamo recuperare uno svantaggio e ottima per la modalità arena.

Olgierd e Morkvarg : importanti per il discorso sul carry over impostato in precedenza, non serve dire altro.

Abaya , Ida Emean, Gremist , Dethmold e Vanhemar sono inestimabili, permettono di difendersi dai climi senza rinunciare a delle buone giocate

Standard Bearer e Priestess of Freya sono due carte bronzo che meritano una menzione particolare, ricordate che ci sono più di 70 soldati disponibili e molti di loro rappresentano una buona scelta. Non ci sono altre eccezioni particolari a parte i soliti Vrihedd Dragoon, Reinforced Trebuchet ecc…

Spero che questa lunga guida vi abbia aiutato a fare chiarezza su questa nuova modalità, come sempre il mio obbiettivo non era quello di fornire una tier list, che molto spesso significa tutto o niente, e se così non fosse il gioco sarebbe decisamente troppo noioso.

Per qualsiasi discussione o chiarimento, vi aspetto sul gruppo di Gwent Italia o sul mio Twitch.

Fatevi valere nell’Arena!

INFO:

Gwent Card Trackerutilissimo tool che vi aiuta a calcolare il vostro win rate, a contare le carte che sono state giocate dall’avversario e quelle rimaste nel vostro deck;
Gwentdb e Gwentify: sono i 2 maggiori siti in cui trovare le liste dei mazzi più performanti in meta aggiornati costantemente dai Pro.Nickname gog.com : LINK

RELATED NEWS